Esplora contenuti correlati

PULIZIA AREE PRIVATE, GIARDINI E CORTILI CONFINANTI CON LA PUBBLICA VIA.

creato il

index

Gentile cittadina/o, ti ricordiamo che, in conformità, al Regolamento di Polizia Urbana “i portici, i cortili, le scale, le tettoie dei magazzini e dei cortili ed ogni altro simile accessorio o pertinenza degli edifici devono, a cura di chi ne ha la detenzione (inquilino o proprietario), essere mantenuti in stato di nettezza”. Inoltre, “i proprietari di aree private inedificate confinanti con pubbliche vie hanno l’obbligo di provvedere alla costante pulizia delle medesime da stoppie e sterpaglie, nonché allo sgombero dei rifiuti che su di esse siano depositati; allo stesso obbligo sono assoggettati i proprietari di terreni confinanti con perimetro urbano per una fascia larga almeno 6 metri”.
Con riferimento al decoro del verde pubblico, il Codice della Strada obbliga i proprietari, di aree private, compresi i condomini, in prossimità di strade aperte al pubblico transito veicolare o pedonale, alla costante manutenzione di fronde e rami degli alberi ivi presenti i cui rami si protendono sulla sede stradale, per modo che sia sempre evitata ogni situazione compromissiva della circolazione, tanto dei veicoli quanto dei pedoni”.

Per i motivi su esposti tutte le aree private inedificate e le pertinenze delle abitazioni (cortili e giardini), DEVONO ESSERE TENUTE PULITE TUTTO L’ANNO ED IN PARTICOLARE NEL PERIODO COMPRESO TRA IL 15 MARZO E IL 15 OTTOBRE; eventuali violazioni saranno sanzionate ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento Applicazione delle sanzioni amministrative alle violazioni ai Regolamenti ed Ordinanze Comunali ovvero della normativa regionale antincendio e SARANNO A CARICO DI OGNI COMPROPRIETARIO DELL’AREA.

Confidando nella sua fattiva collaborazione si porgono distinti saluti.

 

L’UFFICIO DI P.L.

← Ritorna indietro
torna all'inizio del contenuto