Vai ai contenuti
A - A+   Mappa Sito

Comune di Olmedo

Foto di Olmedo Foto di Olmedo
Sei qui: HOME » Articoli »

Articoli

  • Sport e Tempo libero

    Giornata Nazionale dello Sport - Olmedo, domenica 8 giugno 2014 - Ore 9:00

    Pubblicato il 5 giugno 2014
    a

    COMUNE DI OLMEDO
    Provincia di Sassari
    ASSESSORATO ALLO SPORT
    CONI Provinciale
    SCUOLA PRIMARIA DI OLMEDO

     

    100 ANNI DI STORIA
    UN GIORNO DI SPORT

     GIORNATA NAZIONALE  DELLO SPORT
    Olmedo, 8 Giugno 2014 - Ore 9:00 – 12:00

     PROGRAMMA

    Venerdì 6 giugno 2014
    Complesso Sportivo Pintore / Caddeo - ore 10:30

    Conferenza Stampa per la presentazione della Manifestazione
    Parteciperanno: l'Assessore allo Sport del Comune di Olmedo Dr.ssa Lucia Contini; l'Assessore Provinciale allo Sport Dr. Lino Mura; il Presidente Provinciale del Coni Lucio Masia, le Società Sportive Olmedesi, le Insegnati della Scuola Pimaria, le Mamme che hanno collaborato per la realizzazione della manifestazione

    Televisioni e Organi di Stampa
    Catalan TV, Videolina, Alguer.it, La Nuova Sardegna

     

    Domenica 8 giugno 2014


    PASSEGGIATA PREPARATORIA
    Ore 9:00
    - Raduno dei partecipanti in Piazza Giovanni XXIII e partenza per il Complesso Sportivo Pintore-Caddeo
    Per i più piccoli la partenza è prevista da Piazza Berlinguer, ore 9:00

     SAGGI SPORTIVI
    Ore 9:30
    : Arrivo al Campo Sportivo - Presentazione delle varie discipline sportive durante le quale tutti i partecipanti potranno esercitarsi. Le attività sono coordinate dai Tecnici delle Società Sportive Olmedesi e del CONI
    Discipline presenti
    Tiro con l’arco | Danza | Bocce | Lotta Libera e Greco Romana | Basket | Pallavolo | Calcio | Tennis | Muay Thai | Baseball | Zumba | Taekwondo | Skate

    Tutti gli interessati – adulti e bambini – sono invitati partecipare

    La partecipazione è gratuita

    Si ringraziano le Società Sportive, le Insegnanti della  Scuola Primaria, Le Società Sportive Olmedesi, i Genitori che hanno contribuito gratuitamente alla realizzazione della manifestazione e hanno devoluto il loro contributo in beneficenza

     

                

     

     

  • Servizi Sociali

    LEGGE 431/98 - FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL’ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE – ANNUALITA’ 2014

    Pubblicato il 30 maggio 2014
    Contributi affitto 2014

    SI COMUNICA CHE SONO APERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE RELATIVE AI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO AL PAGAMENTO DELL’AFFITTO - ANNUALITA’ 2014. LA DOMANDA, COMPILATA CON L’APPOSITA  MODULISTICA   IN DISTRIBUZIONE PRESSO I SERVIZI SOCIALI E SCARICABILE DAL SITO COMUNALE, DOVRA’ ESSERE PRESENTATA ENTRO E NON OLTRE  IL 30 GIUGNO 2014  ORE 13:00, PRESSO L’UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE.


  • Lavoro

    Al via il Programma GaranziaGiovani: iniziative volte a promuovere l'occupazione giovanile

    Pubblicato il 13 maggio 2014
    GaranziaGiovani

    COMUNE DI OLMEDO
    Provincia di Sassari
    ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI

    Al Via il Programma Operativo Nazionale
    “GARANZIA GIOVANI”
    Iniziative volte a promuovere l'occupazione giovanile

     

     

    Il Programma “Garanzia Giovani” è rivolto a tutti i giovani tra i 15 ed i 29 anni non impegnati in un’attività lavorativa né inseriti in un corso scolastico o formativo.

    I giovani (residenti in Italia - cittadini comunitari o stranieri extra UE, regolarmente soggiornanti) che aderiranno al Programma potranno usufruire delle seguenti opportunità di:

    • orientamento
    • inserimento lavorativo
    • apprendistato
    • tirocinio
    • servizio civile
    • sostegno all'autoimprenditorialità
    • formazione mirata all'inserimento lavorativo e al reinserimento di giovani fuori dal sistema di istruzione e formazione
    • mobilità professionale in Italia o all’estero

     

    È possibile aderire all’iniziativa dal 1° Maggio 2014

    attraverso il portale della Regione Sardegna http://www.sardegnalavoro.it/garanzia-giovani, il nuovo sito nazionale www.garanziagiovani.gov.it, o direttamente ai Centri per l’Impiego.

    Per l’adesione occorre essere registrati in qualità di “Cittadino” e possedere le relative credenziali di accesso (UserId e Password). Una volta effettuato l’accesso nella propria area riservata del SIL, sarà sufficiente entrare nella sezione dedicata alla “Garanzia Giovani” e compilare il form “on line” di adesione.

     

    L’Assessore ai Servizi Sociali
    Dott.ssa Maria Elena Pinna

     


  • Politiche Giovanili

    CampoGiovani 2014: aperte le iscrizioni

    Pubblicato il 13 maggio 2014
    campo giovani

    COMUNE DI OLMEDO
    Provincia di Sassari
    ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI

    Campogiovani 2014: sono aperte le iscrizioni

     SI COMUNICA CHE

    La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale,

    ORGANIZZA

    anche per il 2014, i Campogiovani, in collaborazione con la Marina Militare, i Vigili del Fuoco, le Capitanerie di Porto e la Croce Rossa Italiana.

    E' un progetto destinato a ragazzi e ragazze:

    - residenti in Italia
    - di età compresa tra i 14 ed i 22 anni, compiuti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda
    - che frequentino istituti scolastici superiori o siano iscritti ai primi anni del ciclo universitario

    Per partecipare occorre presentare la domanda ad una delle istituzioni su elencate (Marina Militare, Vigili del Fuoco, Capitanerie di Porto e Croce Rossa Italiana) non appena verranno pubblicati i bandi.

    Attenzione: al fine di garantire una più diffusa partecipazione dei giovani, la domanda va presentata soltanto ad una delle istituzioni, pena l'esclusione dall'intera iniziativa.

    La graduatoria di coloro che potranno prendere parte ai campi estivi si forma in base al criteri di merito scolastico. In caso di parità verranno considerati nell'ordine l'anzianità del richiedente e l'ISEE più basso.

    I corsi sono gratuiti e hanno una durata minima settimanale. La durata effettiva è precisata nel bando dell'istituzione.

    Maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione sono disponibili al Link  http://www.campogiovani.it

    IL SINDACO
    Geom. Marcello Diez


  • Eventi e Manifestazioni

    Rappresentazione Teatrale: "La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - Sa Rivoluzione Sarda" - Olmedo, 16 maggio 2014 - Auditorium Comunale - ore 21:00

    Pubblicato il 13 maggio 2014
    sa die

    Sa Cumpagnia Guasilesa in bidda contada sos movimentos rivolutzionarios sardos e sas impresas de Giuanne Maria Angioy cun sa oghe de Gianluca Medas e Andrea Congia. Chenabura 16 majiu a sas 9.00 de sero.

    S’abbojiu est pro chenabura 16 de majiu in S’Ulumedu (provintzia de Tatari) cun s’ispettaculu “La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - Sa Rivoluzione Sarda”. Sa rappresentatzione, unu contu cun cantos e musica, produida dai su sotziu Figli d’Arte Medas, s’ada a tennere in s’Auditoriu Comunale de su centru sociale de sa Comune in su Lagu Cristolu Colombo incomintzende a sas 9.00 de sero. In su palcu su contadore Gianluca Medas, accompagnadu dai sa melodia de sa chiterra classica de Andrea Congia. In cust’ispettaculu sunt contados medas avvenimentos istoricos e politicos ligados a su al trienniu rivolutzionariu sardu (1794-1796): dai sos fattos de Giuanne Maria Angioy, protagonista de sos motos contra sos privilegios feudales, a sos tentativos de sos frantzesos de occupare sa Sardigna, a sa rebellione de su 28 aprile 1794 contra sa la dominatzione piemontesa.
    GLI ARTISTI Gianluca Medas est s’autore e su chi contat s’ispettaculu. Artista poliedricu, erede de s’unica familia de arte in Sardigna, est su direttore artisticu de su Sotziu Figli d’Arte Medas. Dai annos ada iscomintzadu unu tretu dedicadu a su teatru contadu e a fraigare ideas noas orientadas a sa cultura populare. Andrea Congia, laureadu in Filosofia e prontu a si laureare in Etnomusicologia in su Conservatorio de Casteddu, chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete in sos sotzios musicales isperimentales. Dae medas annos sighit su camminu de aunire Parola e Musica in collaborazione travallande paris cun medas artistas chi venint daa ambientes musicales e teatrales.
    LA GRANDE MADRE La Grande Madre est s’ispettaculu pius importante pro su 2014 de su Sotziu Figli d’Arte Medas. A pustis de sa la trasmissione in Videolina e sos primos ispettaculos live, in s’estiu sa Cumpanzia guasilesa s’at a dedicare a ponnere in iscena sa recita chi sa cultura de su populu sardu impreande forme artisticas differentes.

    ---------------------------------------------------------------

    La Compagnia guasilese ospite del comune di Olmedo. In scena i moti rivoluzionari sardi e le imprese di Giovanni Maria Angioy interpretati da Gianluca Medas e Andrea Congia. Appuntamento venerdì 16 maggio alle 21.00.


    L’appuntamento è per venerdì 16 maggio ad Olmedo (SS) con lo spettacolo “La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - La Rivoluzione Sarda”. La rappresentazione, una narrazione con canti e musiche prodotta dall’Associazione Figli d’Arte Medas, sarà in scena all’Auditorium Comunale del Centro Sociale Comunale nel largo Colombo a partire dalle ore 20:30. Sul palco il narratore Gianluca Medas, accompagnato dalle note della chitarra classica di Andrea Congia.
    Lo spettacolo racconta numerosi aspetti storici e politici legati al triennio rivoluzionario sardo (1794- 1796): dalle imprese di Giovanni Maria Angioy, protagonista dei moti contro i privilegi feudali, ai tentativi delle truppe francesi di soggiogare la Sardegna, alla ribellione del 28 aprile 1794 per contrastare la dominazione piemontese.
    GLI ARTISTI Gianluca Medas è il narratore dello spettacolo. Artista poliedrico ed erede dell’unica famiglia d’arte della Sardegna, è il direttore artistico dell’Associazione Figli d’Arte Medas. Da anni ha intrapreso un percorso dedicato al teatro di narrazione e alla realizzazione di nuovi progetti ispirati alla cultura popolare. Andrea Congia, laureando in Etnomusicologia al Conservatorio di Cagliari, chitarrista (chitarra classica, baritono e fretless), autore e interprete in numerose formazioni musicali sperimentali, è impegnato da tempo nella coniugazione di Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali.


    Il Consigliere delegato alla Cultura
    Leonardo Isoni


  • Servizi Sociali

    Convegno "Le Nuove Generazioni verso il futuro" - Olmedo, 13 maggio 2014 - Auditorium Comunale - ore 17:30

    Pubblicato il 7 maggio 2014
    nuove generazioni

    COMUNE DI OLMEDO
    Provincia di Sassari

     

     LE NUOVE GENERAZIONI VERSO IL FUTURO:
    SPECIFICITA’ DELL’AZIONE EDUCATIVA E GENITORIALE

    RELATRICE: Prof.ssa Giuseppina Manca – docente di Pedagogia sociale della marginalità e della devianza minorile presso l’Università degli Studi di Sassari

    Martedì 13 Maggio 2014

    Olmedo, Auditorium Comunale –  Largo Colombo – ore 17:30

     L’evento, collegato alla IV Settimana Nazionale del Diritto alla Famiglia, è organizzato dal Comune di Olmedo - Assessorati ai Servizi Sociali e Pubblica Istruzione - in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Grazia Deledda”.

      Il Convegno è rivolto a genitori, assistenti sociali, educatori, docenti, operatori del sociale, dirigenti e allenatori delle società sportive e a tutte le persone a vario titolo interessate.

    Consulta la locandina

     La Cittadinanza è invitata a partecipare 

    L’Assessore
    alla Pubblica Istruzione
    Dott.ssa Lucia Contini

    L’Assessore
    ai Servizi Sociali
    Dott.ssa Maria Elena Pinna

    Il Sindaco
    Geom. Marcello Diez


  • Aree tematiche

    Corso di Teacher Orientation di DanceAbility per insegnanti di danza, coreografi, danzatori e persone interessate a condurre gruppi che includono persone diversamente abili

    Pubblicato il 7 maggio 2014

    COMUNE DI OLMEDO
    Provincia di Sassari
    ASSESSORATO ALLO SPORT

    Si comunica che l'Associazione  JoinUs di Sassari organizza un Seminario  per
    Teacher Orientation di DanceAbility
    dal 23 al 27 giugno 2014
    presso le palestre comunali del complesso sportivo "Pintore - Caddeo" di Olmedo

    Il Seminario è rivolto ad  insegnanti di danza, coreografi, danzatori e altre persone che sono interessate a
    condurre gruppi che includono persone diversamente abili.
    Cinque giorni di seminario che introducono la metodologia di insegnamento

    Dal 28 al 29 giugno 2014, presso la la palestra comunale di Via Lussu, si terrà un  Workshop di DanceAbility. Due giorni di lavoro aperti a tutti coloro,disabili e non, che vogliono conoscere il metodo direttamente con il suo ideatore Alito Alessi, ballerino coreografo e insegnante di danza statunitense noto a livello internazionale come appassionato pioniere dell’integrazione.

    La DanceAbility è un metodo unico che usa la danza d'improvvisazione per promuovere l'espressione e l'esplorazione artistica tra persone con e senza disabilità.
    Attraverso l'esperienza del movimento insieme, cattive concezioni e pregiudizi che persone abili o disabili potrebbero avere verso se stesse e verso gli altri vengono dissolte.
    La DanceAbility fornisce un'atmosfera di aiuto per i cambiamenti e permette alle persone di imparare la bellezza e la gioia di comunicare attraverso il movimento.
    Alito Alessi è il fondatore di DanceAbility International e DanceAbility. E’ anche Direttore Artistico di Joint Forces Dance Company, nata nel 1986 presso l’Università dell’Oregon.
    Coreografo proveniente dall’ambito della Contact Improvisation, Alessi è noto a livello internazionale come appassionato pioniere dell’ integrazione.
    La sua DanceAbility è un metodo che non isola nessuno. Si rivolge a persone con e senza disabilità perché si incontrino ad esplorare e creare movimento e danza.
    Insegna inoltre ad insegnanti di danza di diverse discipline come rendere le proprie classi più accessibili a persone con disabilità. Continua a lavorare in stretto contatto con diverse compagnie di danza integrata che ha aiutato a fondare o ad avviare, in più di 7 paesi, come consulente, co-docente e coreografo.
    Infaticabile promotore di eventi, e consapevole dell’importanza di estendere il raggio della sua azione oltre le pareti di uno studio di danza, per educare bambini e adulti ad apprezzare l’arte e le potenzialità delle persone con disabilità, dal 1995 Alito Alessi ha realizzato documentari, organizzato festival e conferenze, parate di strada e spettacoli nelle scuole con un partner sulla sedia a rotelle.
    Nel 1999 ha iniziato a condurre corsi di formazione frequentati da artisti di danza, persone con disabilità ed altre interessate a lavorare con persone con disabilità, provenienti da 19 differenti paesi. Molti di loro oggi insegnano Danceability nelle loro comunità.
    A coronamento di un percorso ricco di riconoscimenti, DanceAbility Method e Alessi sono oggetto di studio in ambito accademico.


    Per info costi e iscrizioni :
    danzaxtutti@gmail.com
    Antonella Moretti 3892899060
    Cristina Marras 3899070959
    Associazione c.r.s.d. “JoinUs”- s.v.Scardacciu, 1°tr. n°2 Reg.Monte Oro, 07100 Sassari C.F.92108270908 - P.Iva 02441700909 joinus.sardegna@gmail.com [cell]: 389.9070959 - 392.7990477


  • Cultura

    Maggio dei Libri: leggere fa crescere - BIBLIOQUIZ, Campagna di promozione della lettura, a cura della Biblioteca Comunale

    Pubblicato il 30 aprile 2014
    a

    COMUNE DI OLMEDO
    PROVINCIA DI SASSARI
    AREA CULTURA
    BIBLIOTECA COMUNALE
    "Grazia Deledda"

    BIBLIOQUIZ

    Si comunica che, in occasione del "Maggio dei libri. Leggere fa crescere 2014" - Campagna nazionale per la lettura - la biblioteca comunale organizza un pomeriggio ludico rivolto ai ragazzi dai 7 agli 11 anni.
     
    Leggere fa crescere: è questo lo spirito de Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale nata nel 2011 con l'obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.
     
    La denominazione scelta per la campagna, Il Maggio dei Libri, pone l'accento su un mese che nella tradizione popolare italiana è legato alle feste per il risveglio della natura e richiama l'idea di crescita e maturazione, ma anche di allegria e di piacere: tutti concetti che vogliamo veicolare attraverso la campagna come collegati alla lettura.

  • Aree tematiche

    Programma Operativo Nazionale GARANZIA GIOVANI - Iniziative volte a promuovere l'occupazione giovanile

    Pubblicato il 15 aprile 2014
    a

     

    Con la Deliberazione N. 13/13 dell’otto aprile 2014, "Programma Operativo Nazionale per l'attuazione della Iniziativa Europa per l'Occupazione dei Giovani (Garanzia Giovani)" la Giunta Regionale ha approvato il 

    Programma Operativo Nazionale
    per l’attuazione della Iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani

     

    Il programma, volto a favorire l’occupazione dei giovani, si rivolge a tutte le Regioni  con un livello di disoccupazione giovanile superiore al 25%, con l’obiettivo di istituire una “garanzia” per i giovani con meno di 25 anni che comprenda un’offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendistato o di tirocinio o altra misura di formazione entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale.

     

    Il programma, comunemente conosciuto con la denominazione “Garanzia Giovani”, sarà attuato attraverso un Programma Operativo Nazionale di cui il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fungerà da autorità di gestione, mentre la Sardegna, come le altre Regioni e Province Autonome, fungerà da organismo intermedio, con un proprio budget, pari a € 54.181.253 (comprensivi di co-finanziamento nazionale e quota a carico del fondo Sociale Europeo), e un proprio programma esecutivo che dovrà esplicitare nel dettaglio le attività previste dal Programma Operativo Nazionale, strutturato in nove misure:

     1. Accoglienza, presa in carico e orientamento

    2. Formazione

    3. Accompagnamento al lavoro

    4. Apprendistato

    5. Tirocinio extra-curriculare, anche in mobilità geografica

    6. Servizio civile

    7. Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità

    8. Mobilità professionale transnazionale e territoriale

    9. Bonus occupazionale

     Per maggiori informazioni consulta la Deliberazione della Giunta Regionale

    http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_73_20140408170638.pdf

     

     


  • Elezioni

    ELEZIONI EUROPEE 2014: voto a domicilio e voto assistito.

    Pubblicato il 10 aprile 2014
    Elezioni Europee

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - Scarica la domanda del voto domiciliare.

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

Prima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 Ultimo

 
Torna su