Vai ai contenuti
A - A+   Mappa Sito

Comune di Olmedo

Foto di Olmedo Foto di Olmedo
Sei qui: HOME » Articoli »

Articoli

  • Elezioni

    ELETTORI NON DEAMBULANTI VOTO ASSISTITO E VOTO DOMICILIARE

    Pubblicato il 7 marzo 2016
    elezioni

    A partire dall’8 Marzo ed entro il 28 Marzo 2016 è possibile far pervenire la richiesta di esercizio di voto domiciliare da parte di persona affetta da gravissima infermità che renda impossibile l’allontanamento dall’abitazione (art. 1, L.n. 22/2006 come modificata dalla L.n. 46/2009)

    come fare...

     

    Documenti Allegati:


  • Elezioni

    PUBBLICAZIONE MANIFESTO CONVOCAZIONE DEI COMIZI

    Pubblicato il 3 marzo 2016

    Referendum


  • Elezioni

    REFERENDUM POPOLARE ABROGATIVO DEL 17.04.2016 - Avviso agli elettori temporaneamente all´estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi

    Pubblicato il 22 febbraio 2016
    referendum

    UFFICIO ELETTORALE

    Voto degli elettori temporaneamente all´estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi

            La legge 6 maggio 2015, n. 52, di riforma del sistema di elezione della Camera dei Deputati, ha introdotto modifiche alla disciplina del voto nella circoscrizione Estero per le elezioni politiche e per i referendum di cui articoli 75 e 138 della Costituzione, prevedendo il voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei loro familiari conviventi.

            In vista della prossima consultazione  referendaria   avente per   oggetto  “Le trivellazioni in mare” – per il quale il Consiglio dei Ministri  ha  deliberato  la  data  di  votazione  del  17 aprile 2016, si informa quanto segue.


    GLI ELETTORI CHE PER MOTIVI DI LAVORO, STUDIO O CURE MEDICHE SI TROVINO TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO     per un periodo di almeno TRE MESI, nel quale ricada la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il DIRITTO DI VOTO PER CORRISPONDENZA NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTERO – PREVIA ESPRESSA OPZIONE valida solo per questa consultazione (art. 4-bis della legge n. 459/01 come integrata dalla legge 6 maggio 2015 n. 52).

    Gli elettori interessati, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Olmedo, che si trovino o si troveranno nelle condizioni sopraindicate, per esprimere la loro opzione, devono:

    1. Scaricare e compilare in ogni sua parte l’apposito modulo (allegato alla presente);
    2. Allegare al modulo un valido documento di identità dell’elettore;      

    Gli elettori potranno far pervenire l’apposito modulo,  compilato in ogni sua parte e in carta libera,  al Comune di Olmedo in uno  dei seguenti modi e precisamente tramite:

    1. Posta ordinaria al seguente indirizzo: Comune di Olmedo - Ufficio Elettorale  Corso J.F. Kennedy, 26  07040  OLMEDO;
    2. Posta Elettronica all’indirizzo: area.amministrativa@comune.olmedo.ss.it;
    3. Posta Elettronica Certificata (PEC): protocollo@pec.comune.olmedo.ss.it;
    4. consegna a mano.

    L’opzione per il voto per corrispondenza deve essere fatta pervenire al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali (con possibilità di revoca entro lo stesso termine), ovvero entro il 26.02.2016.

    Eventuali informazioni potranno essere richieste rivolgendosi direttamente all’Ufficio Elettorale del Comune di Olmedo tutti i giorni dal:lunedì al venerdì mattina ore 8,00 - 14,00 ed il pomeriggio del martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle 18,30

    Tel. 079 9019005                                                Posta elettronica - area.amministrativa@comune.olmedo.ss.it;

    Responsabile Servizio Elettorale: Giovanni Vittorio Dettori


  • Elezioni

    SERVIZIO ELETTORALE: Apertura termini per la richiesta di inclusione nell'Albo Unico Comunale degli scrutatori e nell'Albo delle persone idonee all'ufficio di Presidente di Seggio.

    Pubblicato il 6 ottobre 2015
    elettorale

    Il Servizio Elettorale del Comune informa tutti gli elettori e le elettrici, in possesso dei requisiti indicati nei relativi avvisi allegati, che dal 1° ottobre 2015 sono aperti i termini per la presentazione delle richieste di inclusione nell'Albo Comunale degli Scrutatori di seggio elettorale e nell'Albo delle persone idonee all'ufficio di presidente di seggio elettorale, istituito presso la cancelleria della Corte di Appello di Cagliari.

    Le richieste, da presentarsi sull'allegata modulistica, devono pervenire tassativamente al Sindaco entro il 31 ottobre 2015, per la richiesta relativa ai presidenti di seggio; ed entro il 30 novembre 2015 per la richiesta relativa agli scrutatori


  • Elezioni

    ELEZIONI EUROPEE 2014: voto a domicilio e voto assistito.

    Pubblicato il 10 aprile 2014
    Elezioni Europee

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - Scarica la domanda del voto domiciliare.

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

    Voto a domicilio per gli elettori affetti da gravissime infermità

    Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nelle predette dimore.

    Tali  elettori, per esercitare il diritto di voto a domicilio in occasione delle elezioni europee e amministrative di domenica 25 maggio 2014, devono far pervenire, in un periodo compreso tra martedì 15 aprile 2014 e lunedì 5 maggio 2014, al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti:

    • una dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa;
    • un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore a giovedì 10 aprile 2014 che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

    Voto assistito per gli elettori affetti da grave impedimento fisico

    I ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità possono esercitare il diritto elettorale con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un altro elettore, che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché l'uno o l'altro sia iscritto nel Comune.

    Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido; sul suo certificato elettorale verrà fatta apposita annotazione dal presidente del seggio, nel quale ha assolto tale compito.

    Agli accompagnatori sarà richiesto di esibire al presidente di seggio il proprio certificato elettorale, al fine di constatare se hanno già in precedenza esercitato la funzione predetta, e consegnare il certificato elettorale dell'elettore accompagnato.

    Il presidente del seggio dovrà accertare, con apposita interpellazione, se l'elettore abbia scelto liberamente il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome, e registrare nel verbale, a parte, questo modo di votazione, indicando il motivo specifico di questa assistenza nella votazione, il nome dell'autorità sanitaria che abbia eventualmente accertato l'impedimento ed il nome e cognome dell'accompagnatore.

    Il certificato medico attestante l'impedimento, rilasciato dall'Azienda Sanitaria Locale, sarà allegato al verbale.

    Gli elettori affetti da grave infermità fisica, che hanno bisogno dell'assistenza di un altro elettore per esprimere il proprio voto, possono altresì richiedere al Comune di iscrizione elettorale di provvedere all'annotazione permanente del diritto al voto assistito mediante apposizione di un timbro sulla tessera elettorale.

    Per ulteriori informazioni si consiglia di rivolgersi tempestivamente all'ufficio elettorale comunale.

    - See more at: http://www.noodls.com/view/F689A65948428E0B25396841D43CDFE1621C854E?31xxx1397059618#sthash.Rviqo9ep.dpuf

  • Elezioni

    La Commissione Comunale Elettorale ha nominato gli scrutatori per le Regionali 2014 - Comunicazioni istituzionali

    Pubblicato il 31 gennaio 2014
    a

    COMUNE DI OLMEDO
    Provincia di Sassari
    Area Amministrativa
    Ufficio Elettorale

     

    Oggetto:  Nomina Scrutatori in occasione dell’ elezione del Presidente della Regione e del XV Consiglio Regionale della Sardegna e procedure elettorali

    Il Sindaco

    Informa la Comunità che in data 27 gennaio 2014 si è riunita la Commissione Comunale Elettorale per la nomina degli scrutatori delle tre sezioni elettorali che dovranno insediarsi in occasione delle Elezioni Regionali 2014.

    La nomina degli Scrutatori è stata effettuata  tra gli elettori iscritti nell'Albo unico degli Scrutatori, ai sensi dell'art. 6 della legge n. 95/1989 e successive modificazioni.

    Gli scrutatori, individuati all’unanimità dalla Commissione, sono stati nominati seguendo alcuni criteri quali lo stato di disoccupazione e lo status  di studenti.  Al fine di consentire la rotazione tra tutti i cittadini aventi diritto, non sono stati presi in esame gli elettori che sono stati nominati nelle 3 precedenti consultazioni elettorali.

     Convocati dal Responsabile dell’Ufficio Elettorale sig. Giovanni Vittorio Dettori, gli scrutatori si dovranno presentare presso la Scuola Elementare di Olmedo di via Pascoli, sabato 15 febbraio  alle ore 15:30. La costituzione del seggio avverrà alle ore 16:00.

     Domenica 16 febbraio, i seggi si ricostituiranno alle ore 6:30 e dopo le operazioni preliminari di riscontro, i rispettivi Presidenti di seggio, dichiareranno aperte le votazioni che si protrarranno sino alle ore 22:00.

     Lunedì 17 febbraio,  alle ore 7:00 si ricostituiranno gli Uffici Elettorali di Sezione (Seggi) ed inizieranno le operazioni di riscontro e di scrutinio.

     Venerdì 14 e sabato 15 febbraio, l’Ufficio Elettorale Comunale resterà aperto dalle ore 9:00 alle ore 18:00 per il rilascio delle tessere elettorali non consegnate e per la consegna dei duplicati.

     Domenica 16 l'Ufficio resterà aperto per tutta la durata delle votazioni.

    Per qualsiasi informazione o chiarimento telefonare al seguente numero: 079/9019005.

     Rappresentanti di Lista

    I partiti politici partecipanti alla consultazione elettorale, per mezzo di propri Delegati, designano il Rappresentante di Lista (effettivo e supplente). L’atto di designazione dovrà essere presentato entro venerdì presso la Segreteria del Comune, oppure direttamente al Presidente di Seggio, all’atto di costituzione del Seggio (sabato ore 16:00), oppure domenica 16, prima delle operazioni di voto.

     Trasporto disabili

    L’Amministrazione Comunale ha disposto un servizio di trasporto appositamente destinato ai portatori di disabilità per facilitare il raggiungimento del seggio elettorale di appartenenza. Il servizio, è curato dal Sig. CUBEDDU Costantino, reperibile al seguente  recapito telefonico: 3488737759, dalle ore 15:00 alle ore 19:00.                                    

    IL SINDACO
    Geom. Marcello Diez

     

     

     

     


  • Elezioni

    ELEZIONI EUROPEE 2014 - Esercizio del diritto di voto per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia da parte dei cittadini dell’Unione europea residenti in Italia

    Pubblicato il 27 gennaio 2014
    Elezioni

    In occasione delle prossime elezioni del Parlamento europeo, che in Italia si svolgeranno il 25 maggio 2014, i cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia, che volessero esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, devono presentare al sindaco del comune di residenza domanda di iscrizione nell'apposita lista aggiunta entro il 24 febbraio 2014.
    L'istanza non deve essere presentata dai cittadini dell'Unione che siano stati già iscritti nella lista aggiunta in occasione delle precedenti elezioni europee e che non abbiano revocato tale iscrizione.
    L'eventuale trasferimento di residenza in altri comuni italiani di cittadini comunitari già iscritti determina l'iscrizione d'ufficio nelle liste aggiunte del comune di nuova residenza, salvo diverse risultanze dell'istruttoria di rito.
    Il Ministero dell'interno ha predisposto, per agevolare gli interessati, un modulo (compatibile con Adobe Acrobat Reader X o successive release) per l'eventuale compilazione online e stampa del modello di domanda.
    Il modello di domanda, una volta compilato, dovrà essere completato con la firma autografa e dovrà essere inviato con raccomandata, corredato di copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore, ovvero consegnato a mano, al Sindaco del comune di residenza entro il 24 febbraio 2014.
    I cittadini dell'Unione, provenienti da Austria, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna, Svezia, Regno Unito e Ungheria, i cui Stati di appartenenza hanno reso disponibile la traduzione della domanda, potranno utilizzare un modello bilingue (italiano e lingua di origine); tutti gli altri avranno comunque a disposizione un modello bilingue (italiano e inglese).
    Per eventuali problemi tecnici nella compilazione si potrà contattare (info.optanti@interno.it).

    Fonte: http://elezioni.interno.it/optanti2014.html.

    DOCUMENTI:


  • Elezioni

    Agevolazioni per gli elettori sardi residenti all'estero

    Pubblicato il 11 gennaio 2014
    elezioni

    Si informano gli elettori sardi iscritti all'Anagrafe italiana residenti all'estero del Comune di Olmedo (e quelli che hanno in corso la procedura di iscrizione, attestata dall’Ufficio consolare dello Stato estero di provenienza) hanno diritto ad un contributo per la partecipazione al voto.

    L'interessato deve presentarsi presso il Comune nel quale ha votato e consegnare al funzionario incaricato la documentazione sotto indicata.
    Il contributo è commisurato alle spese di viaggio effettivamente sostenute (vedi note) fino ad un massimo di 250 euro per gli elettori provenienti da paesi europei e 1.000 euro per gli elettori provenienti da paesi extraeuropei.
    In caso di ballottaggio, l'elettore rientrato all'estero che affronta un nuovo viaggio ha diritto ad un ulteriore contributo, se dimostra l'avvenuto spostamento tramite i biglietti di viaggio relativi all'intero tragitto.

    Per maggiori informazioni consulta l'apposita sezione di questo sito.


  • Elezioni

    Elettori non deambulanti, voto assistito e voto domiciliare: presentazione richieste dal 07.01.2014 al 27.01.2014

    Pubblicato il 8 gennaio 2014
    elezioni

    Si rende noto che gli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione, qualora intendano  votare, dovranno far pervenire al Sindaco una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano (art. 1, DL 3 gennaio 2006, n. 1, convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, L. 27 gennaio 2006, n. 22, in combinato disposto con l'art. 20, c. 1bis, L.r. 26 luglio 2013, n. 16).

    La richiesta deve essere fatta pervenire nel periodo compreso tra il 07 gennaio 2014 ed entro e non oltre il 27 Gennaio 2014 utilizzando l'apposita modulistica scaricabile dalla relativa sezione del sito dedicata alla Elezioni Regionali - Elettori non deambulanti, voto assistito e voto domiciliare .

    Il Respensabile dell'Ufficio Elettorale

    Giovanni Vittorio Dettori


  • Elezioni

    COMIZI REFERENDARI DEL 6 MAGGIO 2012 – NOMINA DEGLI SCRUTATORI E FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DEI SUPPLENTI.

    Pubblicato il 20 aprile 2012
    scrutatori

    L’Ufficio elettorale rende noto che in data 13 aprile 2012 si è riunita la Commissione Elettorale Comunale per deliberare la nomina degli scrutatori e per la formazione della graduatoria di altri 12 nominativi con cui sostituire, secondo l’ordine, gli scrutatori che non possono assumere l’incarico.    

    Il relativo verbale della commissione con i prospetti dei nominati sono state pubblicate nell’Albo Pretorio del Comune di Olmedo con numero di registro 125/25012 raggiungibile dall’apposita sezione del sito istituzionale.


Prima 1 2 3 4 Ultimo

 
Torna su